NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Questo sito web utilizza cookie per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookies. Per saperne di piu'

Approvo

Venezia FC - Novara, tornare a vincere per restare in alto.

Venezia FC - Novara, tornare a vincere per restare in alto.

Dopo il pareggio di Chiavari, conquistato su un campo ostico grazie anche alle parate di un super Emil Audero, il Venezia FC si prepara ad affrontare il Novara, atteso al Penzo sabato alle 15.00. Scontro cruciale per entrambe le squadre, con i veneti che vogliono vincere per consolidare la propria posizione e gli ospiti che vogliono rialzarsi dopo un susseguirsi di pessimi risultati.

Piemontesi che, infatti, non stanno attraversando il miglior momento della stagione, con tre sconfitte e due pareggi nelle ultime cinque gare. L’ultima vittoria risale addirittura al 21 ottobre, quando gli azzurri si imposero allo stadio “Renzo Barbera” sul Palermo con il netto risultato di 2 a 0.

A causa di questi risultati, la squadra di mister Corini è scivolata fino al quattordicesimo posto in classifica, a diciotto punti, sette in meno del Venezia FC.

Stessi gol segnati dei lagunari (17), la differenza finora l’ha fatta la fase difensiva, con il Venezia FC che con soltanto undici reti incassate detiene sempre la miglior difesa del torneo e gli ospiti che, invece, hanno subito sette gol in più degli arancioneroverdi.

Una squadra, il Novara, che a inizio stagione aspirava sicuramente a posizioni migliori, visto anche il tanto talento presente in rosa. Gianluca Sansone, Francesco Di Mariano, Alessio Da Cruz, Riccardo Maniero e l’ex Manchester United Federico Macheda sono attaccanti che potrebbero certamente ambire a palcoscenici più importanti della Serie B ConTe.it.

Novara che ha dovuto fare i conti fin qui con la malasorte, visti i tanti infortuni che hanno colpito i giocatori di Corini. Anche nella sfida del Penzo, il tecnico ex Chievo Verona difficilmente potrà contare su Chiosa, Tartaglia e Sansone.

Venezia FC che, invece, può lavorare al meglio, con la serenità di chi è consapevole di star compiendo grandi cose. Il match di Chiavari contro l’Entella ha dato conferme a mister Inzaghi, che sa quanto sia stato importante tornare dalla Liguria con almeno un punto in più in classifica.

Classifica che sorride ai lagunari, quarti a 25 punti e distanti una lunghezza dalle capoliste Bari e Parma. Al Penzo, poi, gli arancioneroverdi non perdono dal sesto turno, quando proprio il Parma si impose grazie alla rete di Valerio Di Cesare. Da quel 23 settembre, davanti al proprio pubblico i lagunari hanno raccolto tre vittorie e un pareggio.

Per quanto riguarda i precedenti, Venezia FC e Novara si sono affrontate in quarantuno occasioni. Nelle sfide giocate al Penzo gli azzurri hanno vinto una sola volta, peraltro nell’ultimo scontro risalente alla stagione 2014/2015. Nei restanti venti match giocati in laguna, in quattordici occasioni ad avere la meglio sono stati gli arancioneroverdi, mentre le altre sei partite sono terminate in parità.

L’ultimo successo lagunare è del marzo 2009, con la doppietta di Cardinale e il gol di Morelli a rispondere all’iniziale vantaggio piemontese firmato da Sinigaglia.

Quella di sabato è una gara che, in caso di vittoria, potrebbe anche proiettare i ragazzi di Inzaghi in testa alla classifica, approfittando di un turno che mette di fronte altre due corazzate come Empoli e Frosinone, proprio prima della trasferta di Palermo. L’occasione è di quelle da non farsi sfuggire e il Venezia FC lo sa.

di Marco Alessandri /In Collaborazione con Positive Magazine


Premium Sponsor

hamaki ho
estra 
jeep
campello motors
alfa romeo
 

Partner

nike
associazionevenezianaalbergatorivenezia unica t