NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Questo sito web utilizza cookie per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookies. Per saperne di piu'

Approvo

Venezia FC All’Esame Pro Vercelli Per Restare Tra Le Grandi.

Venezia FC All’Esame Pro Vercelli Per Restare Tra Le Grandi.

Dopo l’ottimo pareggio conquistato sul difficile campo del Renzo Barbera di Palermo, il Venezia FC attende in laguna la Pro Vercelli nel match in programma sabato alle 15. Piemontesi reduci dalla sconfitta per 3 a 0 contro il Parma, in una partita che ha subito una svolta dopo l’espulsione di Konatè, giunta quando il risultato era ancora di 0 a 0.

Il ko contro gli emiliani ha portato a tre il numero delle partite consecutive senza vittoria della Pro Vercelli, che in classifica si trova al penultimo posto a 17 punti, anche se la compattezza di questa Serie B ConTe.it fa sì che i biancocrociati siano distanti solamente nove punti dalla zona playoff. Lontani dalle proprie mura, gli uomini di mister Grassadonia hanno fin qui raccolto sette punti in otto gare, uscendo sconfitti in cinque occasioni. Al Penzo, la squadra piemontese farà affidamento sui suoi uomini migliori, come il centravanti Claudio Morra e il fantasista Luca Castiglia, entrambi già a segno in quattro occasioni in questo avvio di stagione.

Società che in passato ha scritto pagine importanti della storia calcistica italiana, la Pro Vercelli vanta in bacheca ben sette Scudetti, vinti tra il 1908 e il 1922. L’ultima partecipazione alla massima serie, però, risale al 1935, anno in cui lasciò il Piemonte il giocatore simbolo della squadra, Silvio Piola. L’ex attaccante di Lazio, Torino e Juventus detiene tuttora il record di gol segnati in Serie A con 274 sigilli, ventiquattro in più di Francesco Totti. Un giocatore unico, che lasciò grandi ricordi a Vercelli, tanto da meritarsi l’intitolazione dello stadio dove giocano le partite in casa i piemontesi.

Venezia FC che si prepara, dunque, a una partita molto complicata, anche a causa delle numerose assenze. Non saranno del match, infatti, gli squalificati Bentivoglio e Domizzi, con il capitano che ha ricevuto uno stop di tre turni in occasione della trasferta di Palermo. Oltre a loro, difficilmente riusciranno a esserci anche Modolo e Garofalo, sempre alle prese con dei fastidi muscolari. Contro la Pro Vercelli, insomma, mister Inzaghi dovrà reinventare la difesa, con Bruscagin e compagni che scalpitano per una maglia da titolare.

Tra gli ospiti ci sarà Elia Legati, ex leone che ha vestito la maglia aracioneroverde nella stagione 2014/15, collezionando trenta presenze e un gol e che ha grande voglia di mettersi in mostra davanti al sempre caloroso pubblico del Penzo.

Gli ultimi scontri tra le due compagini risalgono alla Lega Pro 2013/2014: andata che si giocò in laguna e che terminò in pareggio, grazie al sigillo di Bocalon che rispose all’iniziale vantaggio piemontese arrivato a causa di un autogol di Erpen. A Vercelli, invece, la squadra di casa sfruttò la doppia superiorità numerica per infliggere agli arancioneroverdi un 1 a 0 firmato da Gianni Fabiano, ora simbolo della rinascita lagunare.

Tante le curiosità, dunque, dietro al match di sabato, con gli ospiti che vorranno tornare in Piemonte con un risultato positivo e gli uomini di mister Inzaghi che devono vincere per non perdere il contatto con le prime e restare nella zona playoff, per continuare a sognare in grande.


di Marco Alessandri /In Collaborazione con Positive Magazine


Premium Sponsor

hamaki ho
estra 
jeep
campello motors
alfa romeo
 

Partner

nike
associazionevenezianaalbergatorivenezia unica t